Home
Chi siamo
Benvenuto
Presentazione
Breve storia
Statuto in pillole
Statuto
Organigramma
Società collegate
Sedi territoriali
Orari al pubblico

Cosa facciamo
Essere socio
Notizie
Documenti
Newsletter
Annunci economici
Rassegna stampa
Trasmissione TV
Liste libri di testo
Contattaci


ASCOM SERVIZI SRL

Vedi le schede dei nuovi servizi

RICERCA
 Ricerca un termine
Ricerca la notizia n.

NOTIZIARIO ASCOM

Archivio 2017
Archivio 2016

Link Utili

INFOIMPRESE
www.infoimprese.it
per nome
per prodotti


Lo statuto in pillole


La struttura e le modalità operative di Confcommercio Belluno sono definite da uno statuto che ne stabilisce anche i principi ispiratori e le finalità.
Di seguito ve ne proponiamo un sunto. La versione integrale può essere scaricata qui.

DENOMINAZIONE ED IDENTITA'

 

L’”Associazione delle Imprese, delle Attività Professionali e del Lavoro Autonomo - Confcommercio-Imprese per l’Italia della Provincia di Belluno”, di seguito denominata “Confcommercio - Imprese per l’Italia Provincia di Belluno” ovvero “Associazione”, ovvero “Ascom”, è associazione libera, volontària e senza fini di lucro.


AMBITI DI RAPPRESENTANZA

 

“Confcommercio-Imprese per l’Italia Provincia di Belluno” costituisce – con particolare riferimento ai soggetti economici, imprenditoriali e professionali orientati alla produzione, organizzazione ed erogazione di servizi alle persone ed alle imprese, alle comunità ed al sistema economico e sociale più ampio – il sistema di rappresentanza provinciale unitario delle imprese, delle attività professionali e dei lavoratori autonomi con sede od unità locali nella Provincia di Belluno, che si riconoscono – in particolare nei settori della distribuzione commerciale, del turismo, dei servizi, dei trasporti e della logistica – nei valori del mercato e della concorrenza, della responsabilità sociale dell’attività d’impresa e del servizio reso ai cittadini, ai consumatori e agli utenti, secondo quanto previsto all’art. 12 dello Statuto confederale.


PRINCIPI E VALORI ISPIRATORI


“Confcommercio-Imprese per l’Italia Provincia di Belluno” informa il proprio Statuto ai seguenti principi:

a) la libertà associativa come aspetto della libertà politica ed economica della persona e dei gruppi sociali;

b) il pluralismo delle forme di impresa quale conseguenza della libertà politica ed economica, e fonte di sviluppo per le persone, per l’economia e per la società civile;

c) la responsabilità verso il sistema sociale ed economico ai fini del suo sviluppo equo, integrato e sostenibile;

d) l’impegno costante per la tutela della legalità e della sicurezza e per la prevenzione ed il contrasto di ogni forma di criminalità, organizzata e non;

e) la democrazia interna, quale regola fondamentale per l’organizzazione, nel rispetto dei principi di trasparenza, integrità e partecipazione, e riflesso della democrazia politica ed economica che “Confcommercio - Imprese per l’Italia” propugna nel Paese;

f) lo sviluppo sociale ed economico volto a contribuire al benessere di tutta la collettività attraverso un’economia aperta, competitiva e di mercato;

g) la sussidiarietà come obiettivo primario a livello politico e sociale, da perseguire per dare concretezza, in particolare nell’assetto istituzionale federalista del Paese, ai principi e valori ispiratori oggetto del presente articolo;

h) la solidarietà all’interno del sistema di “Confcommercio-Imprese per l’Italia” e nei confronti degli associati e del Paese, come carattere primario della sua natura associativa;

i) l’europeismo quale principio fondamentale, nell’attuale fase storica, per costruire ambiti crescenti di convivenza costruttiva e di collaborazione pacifica fra le nazioni.

SCOPI E FUNZIONI


“Confcommercio-Imprese per l’Italia Provincia di Belluno”:

a) promuove i principi ed i valori che ne ispirano l’azione;

b) tutela e rappresenta a livello provinciale le imprese, le attività professionali ed i lavoratori autonomi associati, attraverso forme di concertazione con le articolazioni settoriali e categoriali, nei rapporti con le istituzioni, le amministrazioni, gli enti e con ogni altra organizzazione di carattere politico, economico o sociale. Al fine di rendere piena ed effettiva tale tutela e tale rappresentanza, “Confcommercio-Imprese per l’Italia Provincia di Belluno” è legittimata ad agire in difesa, non soltanto dei propri diritti ed interessi, ma anche di quelli delle imprese, degli imprenditori, dei professionisti e dei lavoratori autonomi che, ai sensi dell’art. 6 del presente Statuto, fanno parte del sistema associativo provinciale;

c) valorizza gli interessi delle imprese, delle attività professionali e dei lavoratori autonomi associati, promuovendo e riconoscendo il proprio ruolo economico e sociale;

d) organizza ed eroga ogni tipo di servizio di informazione, formazione, assistenza e consulenza alle imprese ed agli imprenditori associati, in coerenza con le loro esigenze di sviluppo economico, di qualificazione e di supporto;

e) presta agli associati che lo richiedano, e dietro corresponsione di un contributo supplementare determinato dall’organo competente, consulenza e assistenza in materia di contratti di lavoro, nonchè servizi in materia sindacale, tecnica, amministrativa, contabile, finanziaria, fiscale, previdenziale e sociale, nonchè di informazione e formazione su tutte le materie di interesse specifico per gli imprenditori;

f) promuove, d’intesa con istituzioni politiche, organizzazioni economiche, sociali e culturali, a livello locale, nazionale, europeo ed internazionale, forme di collaborazione volte a conseguire più articolate e vaste finalità di progresso e sviluppo dei soggetti rappresentati;

g) si dota della struttura organizzativa più consona alle proprie esigenze, potendo promuovere, costituire o partecipare ad enti, fondazioni o società di qualunque forma giuridica, allo scopo di perseguire i rispettivi scopi statutari;

h) favorisce, d’intesa con gli altri livelli settoriali o categoriali del sistema presenti sul territorio, la costituzione ed il funzionamento, a livello provinciale, delle proprie articolazioni organizzative;

i) ha possibilità di stipulare contratti integrativi o accordi sindacali territoriali, sempre nel rispetto delle linee guida e delle procedure definite da “Confcommercio-Imprese per l’Italia”;

j) ha piena ed esclusiva responsabilità nelle politiche finanziarie e di bilancio, impegnandosi a perseguire la correttezza e l’equilibrio della propria gestione economica e finanziaria;

k) provvede, sulla base di piani organizzativi e finanziari determinati con le altre “Confcommercio-Imprese per l’Italia” - Associazioni Provinciali o Interprovinciali presenti sul territorio regionale, al finanziamento della “Confcommercio-Imprese per l’Italia” Veneto Unione Regionale;

l) promuove la costituzione di collegi arbitrali per la risoluzione di controversie tra imprenditori e tra essi ed i consumatori;

m) promuove la costituzione delle Commissioni Territoriali di Conciliazione ed Arbitrato per le controversie di lavoro;

n) può promuovere la mediazione per gestire efficacemente il contenzioso attraverso le moderne tecniche di negoziazione, facilitando l’accordo tra le parti, orientandole verso una soluzione ottimale, quale organismo di mediazione così come previsto dal D.Lgs. 04/03/2010 n. 28 e ss.mm.ii.;

o) esercita ogni altra funzione che sia ad essa conferita da leggi, regolamenti e disposizioni di Autorità pubbliche, o dai deliberati di Organi associativi, propri e della Confederazione, che non siano in contrasto con il presente Statuto e con quello confederale.

 

ADESIONE ED INQUADRAMENTO DEGLI ASSOCIATI

 

Possono aderire in qualità di socio a “Confcommercio-Imprese per l’Italia Provincia di Belluno” le imprese, le attività professionali ed i lavoratori autonomi, con sede od unità locali nella Provincia di Belluno, che svolgono la propria attività imprenditoriale in particolare nei settori della distribuzione commerciale, del turismo, dei servizi, dei trasporti e della logistica. Possono aderire, altresì, gli aspiranti imprenditori dei settori e delle categorie rappresentate, gli imprenditori o lavoratori autonomi usciti dall’attività per limiti di anzianità o vecchiaia e comunque soggetti che svolgono attività economiche, purché residenti nel territorio provinciale.

Il Consiglio può deliberare l’ammissione, in qualità di socio aderente, di Organizzazioni ed Enti che perseguano finalità, principi e valori in armonia con quelli dell’Associazione, con le modalità stabilite dal Consiglio stesso.


 









[ Indietro ]