Home
Chi siamo
Cosa facciamo
Essere socio
Notizie
Documenti
Newsletter
Annunci economici
Rassegna stampa
Trasmissione TV
Liste libri di testo
Contattaci


RICERCA
 Ricerca un termine
Ricerca la notizia n.

NOTIZIARIO ASCOM

Archivio 2017
Archivio 2016

MEPA
Clicca qui
per vendere sul MEPA

CONVENZIONI
Ultime novità
sulle convenzioni

FIDIMPRESA VENETO
Vai alla presentazione
Ultime notizie
credito e finanza

ASCOM SERVIZI SRL

Vedi le schede dei nuovi servizi

INFOIMPRESE
www.infoimprese.it
per nome
per prodotti

SNA BELLUNO
Ultime notizie
da SNA Belluno

CHI È CONNESSO
In questo momento ci sono, 18 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Ultimo aggiornamento 18/09/2017 ore 09:57:46

 Stampa Stampa

Il nuovo regime sanzionatorio in materia di lavoro e legislazione sociale
 Postato da admin il 11-02-2016 14:07:35
L’art. 22 del D.Lgs. n. 151/2015, in vigore dal 24 settembre 2015, ha modifica le disposizioni sanzionatorie in materia di lavoro e di legislazione sociale.

Nello specifico, vengono revisionate le normative in tema di lavoro irregolare, di sanzioni sul LUL nelle ipotesi di omessa o incompleta compilazione nonché di mancata consegna del prospetto paga.

Rinviando ad una successiva pubblicazione le osservazioni in merito alle sanzioni sul LUL, di seguito riportiamo un’analisi relativa alle sanzioni in materia di lavoro nero e maxisanzione.

Il lavoro nero e la maxisanzione
Nella previgente normativa la maxisanzione era prevista in cifra fissa, da euro 1.950 ad euro 15.600 per ogni lavoratore, oltre ad una ulteriore somme variabile, pari ad euro 195 di maggiorazione per ogni giornata di lavoro cosiddetto nero. Era previsto inoltre uno “sconto” alleggerimento degli importi nei casi in cui il lavoratore fosse stato impiegato per un periodo iniziale totalmente in nero, seguito poi dalla regolarizzazione. Se il pagamento della sanzione avveniva entro 60 giorni dalla contestazione immediata o dalla notifica degli estremi della violazione, la sanzione veniva ridotta al doppio del minimo o a 1/3 del massimo. Tale disciplina continua ad applicarsi per le violazioni commesse prima dell’entrata in vigore del D.Lgs. 151/2015. Il nuovo sistema sanzionatorio, oltre a prevedere un alleggerimento degli importi, introduce il meccanismo dello scaglionamento della sanzione, con conseguente scomparsa della sanzione giornaliera dei 195 euro, reintroduce la possibilità di avvalersi dell’istituto della diffida. I nuovi importi sanzionatori sono i seguenti:
-da 1.500 a 9mila euro, in caso di impiego del lavoratore sino a 30 giorni di effettivo lavoro;
-da 3mila a 18mila euro, in caso di impiego del lavoratore da 31 a 60 giorni di effettivo lavoro;
 -da 6mila a 36mila euro, in caso di impiego del lavoratore in presenza di oltre 60 giorni di effettivo lavoro.
Il presupposto per l’applicazione della maxisanzione da parte degli organi ispettivi va individuato nell’ impiego di lavoratori subordinati senza preventiva comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro da parte del datore di lavoro privato Le sanzioni sono aumentate del 20 % in caso di impiego di lavoratori stranieri privi di permesso di soggiorno o di minori in età non lavorativa.

La procedura della diffida
Tale procedura prevede che in caso di constatata inosservanza delle norme di legge o del contratto collettivo in materia di lavoro e legislazione sociale e qualora il personale ispettivo rilevi inadempimenti dai quali derivino sanzioni amministrative, questi provvede a diffidare il trasgressore, e l'eventuale obbligato in solido, alla regolarizzazione delle inosservanze comunque materialmente sanabili, entro il termine di trenta giorni dalla data di notificazione del verbale.
In caso di ottemperanza alla diffida, il trasgressore,e l'eventuale obbligato in solido, è ammesso al pagamento di una somma pari all'importo della sanzione nella misura del minimo previsto dalla legge ovvero nella misura pari ad un quarto della sanzione stabilita in misura fissa, entro il termine successivo di quindici giorni.
Il pagamento dell'importo della predetta somma estingue il procedimento sanzionatorio limitatamente alle inosservanze oggetto di diffida e a condizione dell'effettiva ottemperanza alla diffida stessa. Inoltre, il datore di lavoro dovrà stipulare un contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato, anche a tempo parziale con riduzione dell'orario di lavoro non superiore al 50% dell'orario a tempo pieno, oppure stipulare un contratto a tempo pieno e determinato di durata non inferiore a 3 mesi, mantenendo in forza gli stessi per almeno 3 mesi.
La prova dell’ avvenuta regolarizzazione e del pagamento delle sanzioni e dei contributi e premi previsti deve essere dimostrata entro il termine di centoventi giorni dalla notifica del relativo verbale.

La revoca del provvedimento di sospensione dell’attività
L’art. 22 del D.Lgs. n. 151/15 ha apportato modifiche al provvedimento di sospensione dell’attività che può essere revocato da parte dell'organo di vigilanza che lo ha adottato.
È condizione per la revoca del provvedimento: a) la regolarizzazione dei lavoratori non risultanti dalle scritture o da altra documentazione obbligatoria; b) l’accertamento del ripristino delle regolari condizioni di lavoro nelle ipotesi di gravi e reiterate violazioni della disciplina in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro; c) il pagamento di una somma aggiuntiva rispetto a quelle comminate per la violazione pari a 2000 euro nelle ipotesi di sospensione per lavoro irregolare e a 3200 euro nelle ipotesi di sospensione per gravi e reiterate violazioni in materia di tutela della salute e della sicurezza sul lavoro.





ACCESSO SOCI






Sei socio Ascom ma non hai ancora un account?
Registrati ora!

FILO DIRETTO
Scrivi al presidente Paolo Doglioni

SCOPRI L'ASCOM
Sfoglia la brochure

PUBBLICITA'

Vai al sito di Effeti srl (Montebelluna)


TRASMISSIONE TV
L'Ascom in TV
Vai alle puntate
Leggi i sommari

FORMAZIONE
Vai al sito
Ascom Formazione

SERVIZIO LIBRI PAGA
Informazioni
TimeOnLine
Ultime notizie
Area Download

SERVIZI DEL SITO
· Home
· Cerca nel sito
· Classifica Top 10
· Downloads
· Links
· Your Account