Home
Chi siamo
Cosa facciamo
Essere socio
Notizie
Documenti
Newsletter
Annunci economici
Rassegna stampa
Trasmissione TV
Liste libri di testo
Contattaci


RICERCA
 Ricerca un termine
Ricerca la notizia n.

NOTIZIARIO ASCOM

Archivio 2018
Archivio 2017

MEPA
Clicca qui
per vendere sul MEPA

CONVENZIONI
Ultime novità
sulle convenzioni

FIDIMPRESA VENETO
Vai alla presentazione
Ultime notizie
credito e finanza

ASCOM SERVIZI SRL

Vedi le schede dei nuovi servizi

INFOIMPRESE
www.infoimprese.it
per nome
per prodotti

SNA BELLUNO
Ultime notizie
da SNA Belluno

CHI È CONNESSO
In questo momento ci sono, 9 Visitatori(e) e 0 Utenti(e) nel sito.

Ultimo aggiornamento 14/12/2018 ore 09:17:25

 Stampa Stampa

Comunicato Stampa n. 39 del 4 dicembre 2017
 Postato da admin il 04-12-2017 14:29:00
ARCHIVIATE LE ACCUSE AGLI OTTICI BELLUNESI: LA SODDISFAZIONE DI FEDEROTTICA BELLUNO
Il presidente di Federottica Belluno, Daniele Da Lan, esprime soddisfazione all'esito positivo della vicenda che ha coinvolto due ottici bellunesi. Infatti sono state archiviate le accuse mosse da un sindacato nazionale di medici oculisti contro gli ottici locali per il presunto abuso di professione medica.


«Il Pubblico Ministero aveva già chiesto per ben due volte l'archiviazione del caso, ritenendo che non sussistessero irregolarità nell'operato dei nostri colleghi ottici. Questa terza e nuova pronuncia conferma la professionalità e la correttezza degli ottici», commenta Da Lan. 

«Conosciamo molto bene l'ambito professionale nel quale siamo tenuti a lavorare, che prevede anche la misurazione della vista. Non facciamo diagnosi, che competono esclusivamente al medico oculista. Un fatto che lo conferma è il rapporto di fiducia, collaborazione e dialogo che si è instaurato negli ultimi anni tra gli ottici di Federottica Belluno e i medici oculisti della provincia», continua il presidente della categoria.

«Va detto che oggi la tecnologia mette a disposizione di un centro ottico attrezzature e mezzi strumentali all'avanguardia, ma ciò non implica automaticamente l'esercizio abusivo di professione medica. Come sostenuto dall’ampia giurisprudenza di legittimità e di merito, affinché si concretizzi la violazione dell’art. 348 del codice penale, è necessario che si individuino e si diagnostichino malattie, si prescrivano cure e si somministrino rimedi.  È fuori ogni dubbio che spetti all'ottico rispettare il limite inviolabile che gli compete e la professione si fonda anche sulla piena consapevolezza di tale limite», conclude in modo categorico Da Lan.

Con grande franchezza il presidente ribadisce che gli ottici non intendono in alcun modo sostituirsi alla figura del medico oculista né tanto meno improvvisano diagnosi.  L’auspicio è che non si debba più ritornare sulla questione, che non porta alcun beneficio all’utente, anzi lo disorienta. Al contrario è sempre più importante rafforzare la collaborazione fra i medici oculisti e Federottica.





ACCESSO SOCI






Sei socio Ascom ma non hai ancora un account?
Registrati ora!

FILO DIRETTO
Scrivi al presidente Paolo Doglioni

SCOPRI L'ASCOM
Sfoglia la brochure

PUBBLICITA'

Vai al sito di Renault Dal Pont (Belluno)


TRASMISSIONE TV
L'Ascom in TV
Vai alle puntate
Leggi i sommari

FORMAZIONE
Vai al sito
Ascom Formazione

SERVIZIO LIBRI PAGA
Informazioni
TimeOnLine
Ultime notizie
Area Download

SERVIZI DEL SITO
· Home
· Cerca nel sito
· Classifica Top 10
· Downloads
· Links
· Your Account