Comunicato Confcommercio Belluno n. 19/2018
Data: Marted́, 06 marzo @ 11:50:25 CET
Argomento:


IL GRAZIE COMMOSSO A TINO PARRASIA DAI RISTORATORI DELLA RASSEGNA “D'INVERNO A TAVOLA DOLOMITI”, IDEATA DAL GASTRONOMO SCOMPARSO POCHI GIORNI FA
Tino Parrasia non era solo un viticultore in quel di Ronco del Castagneto, vicino alla Slovenia, dove è chiara la vocazione per la coltivazione della vite; non era solo l’attento e capace contadino, coriaceo nello studiare i propri prodotti e nel saperli presentare e promuovere: dal Moscato rosa, al Filare Bianco e allo Schioppettino Barrique, tanto per ricordarne alcuni.


Tino era un magnifico lettore e propugnatore della gastronomia fatta di gusto, tradizioni, festosità. Lo diceva spesso quando spaziava tra i diversi locali del Triveneto, organizzando le varie e riuscite rassegne: «Racconto il piacere di star a tavola, di conoscere i piatti tipici locali, con la cultura del territorio come fedele compagna, assieme ai miei vini dei Colli Orientali del Friuli, semplici e schietti».

Tino Parrasia era anche un giornalista. Per tutti è l’inventore del circuito “D’Inverno a Tavola Dolomiti” di cui oggi si va fieri perché si è conservato nel tempo il grande valore dei prodotti tipici di qualità delle Dolomiti. Un territorio, il nostro, che secondo Parrasia meritava già trent'anni fa ampie attenzioni. Scriveva di una «laboriosa e suadente provincia dolomitica, con gente generosa, silenziosa e dall'alta professionalità e con prodotti di assoluta genuinità e sapori autentici».

Tino comprendeva il valore della nostra terra e rinnovava il suo amore per il Bellunese con serate intense che ancor oggi vengono alla mente con tanto piacere. Parlava della Rassegna come di «una festa dell'arte e della cultura enogastronomica, espressione di vita, che informa il cervello e il palato, per divertire lo spirito e il corpo».

Dino Merlin, patron della Locanda Baita à L'Arte, da 28 anni in prima fila nella Rassegna, ricorda commosso l'amico scomparso: «Tino, giornalista, viticultore, tennista, vulcano di idee… dalle feste con grande pranzo tra i vigneti di Prepotto alle rassegne enogastronomiche in tutto il Veneto, tra le quali D'Inverno a Tavola. Ci hai onorato, rallegrato e arricchito con la tua amicizia. Siamo in tanti sgomenti e addolorati. Siamo sicuri che organizzerai cene in Paradiso e sfiderai a tennis Nostro Signore. Ciao Tino e grazie!».






Questa notizia proviene dal sito Confcommercio Belluno
http://www.confcommerciobelluno.it

L'indirizzo Internet di questa notizia è
http://www.confcommerciobelluno.it/modules.php?name=News&file=article&sid=5236